MamAfrica – Crowdfunding campaign for an independent documentary

Help us to realize this independent documentary
We are raising money for the shooting of ‘MamAfrica’.

You can be part of our campaign – visit and SHARE this link:
http://www.gofundme.com/mamafrica
Make a donation of 15€ and you will receive the file of the movie when completed
Check out more about this project here
-
Aiutaci a realizzare questo documentario indipendente Stiamo raccogliendo fondi per le riprese
Puoi essere parte della nostra campagna – visita e DIFFONDI questo link:
http://www.gofundme.com/mamafrica
Fai una donazione di almeno 15€ e riceverai il file del film una volta che sarà completato
Scopri altre informazioni su questo progetto qui

Posted in General | 1 Comment

MamAfrica – history and life of a great dancer

Français à suivre
Italiano in basso
MamAfrica – history and life of a great dancer
Teaser:

-Check out more about this project
Support our Crowdfunding campaign. Visit and share this link, please:
http://www.gofundme.com/mamafrica 

Synopsis:
Mama Adama Camara is an African dancer who has being living in Europe now for about twenty years. People call her “MamAfrica” and before emigrating, she danced for more than fifteen years in the most important national Ballet of the Guinea’s Republic and performed in tours all over the world. Every year she goes back to her homeland for a few months taking care of her big family of which she’ s in charge of. Her artistic career is narrated by her personal memories and some big artists with who she had collaborated during her career; Her daily life is showed through its normal development inside her domestic life, her social-work environment. During her stay there, she will be joined by her European pupils that will stay in Guinea for two weeks to study with her the traditional African dance.

 
Synopsis:
Mama Adama Camara est un danseuse Africaine installée en Europe maintenant depuis vingt ans. Elle est connue sous le nom de ‘MamAfrica’ et avant son émigration en Belgique elle a dansé pendant plus de 15 années dans le ballet national le plus important de la République de Guinée, Les Ballets Africaines, se produisant en tournée dans le monde entier. Chaque année elle revient sur sa terre natale pour y passer quelque mois pour retrouvert la grande famille dont elle est le chef. Sa carrière artistique est racontée à travers son récit et celui des grands artistes avec lesquels elle a collaboré au cours des années;
Son quotidien est raconté à travers des scènes de vie de tous les jours, dans son contexte familial, professionel et social. Durant son séjour elle sera rejointe par ses élèves européens qui passeront deux semaines en Guinée afin d’étudier avec elle la danse traditionelle africaine.

 
Sinossi:
Mama Adama Camara é una ballerina Africana trapiantata in Europa ormai da vent’anni. E’ chiamata MamaAfrica’ e prima di emigrare ha ballato per più di 15 anni con il più importante Balletto Nazionale della Repubblica di Guinea, Les Ballet Africaines, facendo tourné in tutto il mondo. Ogni anno torna nella sua terra per trascorrere li qualche mese amministrando direttamente la grande famiglia di cui è a capo. La sua carriera artistica è narrata attraverso il suo racconto e quello dei grandi artisti con i quali ha collaborato nel corso degli anni; la sua quotidianità è raccontata attraverso il suo normale svolgimento, all’interno del suo contesto familiare, lavorativo e sociale. Durante la sua permanenza verrà raggiunta dai suoi allievi europei che trascorreranno in Guinea due settimane per studiare con lei la danza tradizionale africana.

Posted in General | Commenti disabilitati

Support Us

!!Fai una donazione!!
Aiutaci a completare il montaggio di “Les Merveilles de Guinée”.
Il nostro prossimo documentario.
Su Sekou Sano ed il suo Balletto
Un documentario indipendente sulla vita degli artisti africani.
Girato in Guinea, Africa occidentale.

!!Make a donation!!
Help us to get out the post production of “Les Merveilles de Guinée”
our next guinean documentary
about Sekou Sano and his Ballet
An indipendent documentary about the life of the african artists.
Shooted in Rep. of Guinea, West Africa.



Guembanara è un progetto indipendente ed autogestito
che nasce dall’ unione tra l’amore e la passione per l’Africa e per le sue tradizioni,

e l’ambizione di creare un mondo diverso e migliore.
Una società basata su Relazioni e Condivisione,

piuttosto che Mercato e Sfruttamento.
Siamo Registi e Videomaker e Guembanara è l’insieme delle nostre video-relazioni.
Un approccio visivo che nasce dalla strada e dai suoi abitanti.
Sourakhata Dioubate
ci ha aperto le porte del suo mondo e della sua gente

e per questo gli saremo sempre riconoscenti.
Abbiamo incontrato artisti, ballerini, musicisti,

cantanti, acrobati, vecchi Griot, maestri e guaritori tradizionali
e con loro abbiamo deciso di produrre insieme diverse cose.
Documentari, videoclip, spot, cortometraggi
Video esplorazioni di un mondo lontano e affascinante carico di sole e di energia.


Guembanara is an independentand self-managed project
that springs from the union of love and passion for Africa and its traditions,

and the ambition to create a different and better world.
A society based on sharing and relations,
rather than Business and Exploitation.
We are filmmakers and Guembanara is the set of our video-relationships.
A visual approach that comes from the street and its inhabitants.
Sourakhata Dioubate
opened the doors of its world and its people

and we shall always be grateful for this.
We met artists, dancers, musicians,

singers, acrobats, old Griot, teachers and traditional healers
and with them we decided together to produce different things.
Documentaries, music videos, commercials, short films
Video explorations of a distant and fascinating world full of sunshine and energy.

Posted in General | Commenti disabilitati

Doni doni – soon you’ll be artists

Guembanara is proud to presents the trailer for the new documentary film
“Doni doni -soon you will be artists”, shot in Guinée-Coankry, West Africa.

Doni doni – soon you\’ll be artists

In Koumana village Bangali, Moussa, Dati and Omori Camara are learning the traditional music of Hamanah people, the Strong men,
by master Nankhoria Amadou Keita. Step by step they will learn the secrets of Hamanah tradition.

Yakhouba Dabo, a young percussionist from Conakry, reaches Koumana during his travel in search of traditional rhythms and he mets the 4 children.

Their destiny cross is the cross between village and city
where tradition and modernity weaves toghether.

Stay tuned to find out how to see the full movie.


Guembanara è un progetto indipendente nato da due videomaker appassionati di Africa.
Con il supporto di

MamaAfrica
è stato realizzato un documentario intitolato “Doni doni – soon you will be artists” Potete sostenere il progetto acquistando una copia del documentario direttamente da Qui

Il ricavato delle vendite servirà ad avviare altri progetti simili a Doni doni.
Recentemente Guembanara ha incrociato il progetto Nomads ed insieme hanno dato vita Nomads-Guinée
che prevede cinema itinerante nei villaggi della Guinea ed un corso di formazione per riprese video e pubblicazione online. Per approfondimenti riguardo questo progetto potete visitare il sito Nomads-Guinée

Per restare informati sull’attività di guembanara potete visitare le pagine
guembanara
o i nostri canali
vimeo
youtube

Posted in documentari, documentaries, General, Trailer | Tagged , | Commenti disabilitati

La storia di Yaguine e Fodé

 

Dieci anni fa due ragazzetti guineani hanno scavalcato il recinto dell’aereoporto di Conakry, si sono infilati nel vano del carrello di un aereo della Sabena diretto a Bruxelles e sono partiti per consegnare una lettera “alle eccellenze i signori membri e responsabili dell’Europa”.

Sono morti congelati.

Un regista di Roma, Paolo Bianchini ha realizzato un documentario, andato in onda su RaiNews24, che ricostruisce la loro storia:

 

quella qui sotto è la lettera dei due bambini:

Loro eccellenze i signori membri e responsabili dell’Europa. Abbiamo
l’onorevole piacere e la grande fiducia di scrivervi questa lettera per
parlarvi dello scopo del nostro viaggio e della sofferenza di noi
bambini e giovani dell’Africa. Ma prima di tutto, vi presentiamo i
nostri saluti più squisiti, adorabili e rispettosi. A tale fine, siate
il nostro sostegno e il nostro aiuto, siatelo per noi in Africa, voi ai
quali bisogna chiedere soccorso: ve ne supplichiamo per l’amore del
vostro bel continente, per il vostro sentimento verso i vostri popoli,
le vostre famiglie e soprattutto per l’amore per i vostri figli che voi
amate come la vita. Inoltre per l’amore e la timidezza del nostro
creatore “Dio” onnipotente che vi ha dato tutte le buone esperienze, la
ricchezza e il potere per costruire e organizzare bene il vostro
continente e farlo diventare il più bello e ammirevole tra gli altri.
Signori membri e responsabili dell’Europa, è alla vostra solidarietà e
alla vostra gentilezza che noi gridiamo aiuto in Africa. Aiutateci,
soffriamo enormemente in Africa, aiutateci, abbiamo dei problemi e i
bambini non hanno diritti. Al livello dei problemi, abbiamo: la guerra,
la malattia, il cibo, eccetera. Quanto ai diritti dei bambini, in
Africa, e soprattutto in Guinea, abbiamo molte scuole ma una grande
mancanza di istruzione e d’insegnamento, salvo nelle scuole private
dove si può avere una buona istruzione e un buon insegnamento, ma ci
vogliono molti soldi, e i nostri genitori sono poveri, in media ci
danno da mangiare. E poi non abbiamo scuole di sport come il calcio, il
basket, il tennis, eccetera. Dunque in questo caso noi africani, e
soprattutto noi bambini e giovani africani, vi chiediamo di fare una
grande organizzazione utile per l’Africa perché progredisca. Dunque se
vedete che ci sacrifichiamo e rischiamo la vita, è perché soffriamo
troppo in Africa e abbiamo bisogno di voi per lottare contro la povertà
e mettere fine alla guerra in Africa. Ciò nonostante noi vogliamo
studiare, e noi vi chiediamo di aiutarci a studiare per essere come voi
in Africa. Infine: vi supplichiamo di scusarci moltissimo di avere
osato scrivervi questa lettera in quanto voi siete degli adulti a cui
noi dobbiamo molto rispetto. E non dimenticate che è con voi che noi
dobbiamo lamentare la debolezza della nostra forza in Africa. Scritto
da due bambini guineani. Yaguine Koïta e Fodé Tounkara.

 

Da questa storia Bianchini vuole partire per raccontare attraverso un altro film il viaggio a ritroso di due piccoli bambini che a piedi tentano di ritornarsene in africa.

L’ambiente in cui matura la storia è quello delle squadre di calcio che “importano” piccoli calciatori in Europa per poi abbandonarli fuori dai cancelli delle società qualora non rispettino le aspettative.

il trattamento e la sceneggiatura sono scaricabili sul suo sito:

http://www.alvearecinema.com/cms1/index.php/una-storia-quasi-vera.html

 

Posted in General | Tagged | Commenti disabilitati

tempi duri

Tempi duri per la povera guinea

un colpo di stato prende il potere dopo la morte del generale Lansana Contè, al potere dal 1984.

Il capitano Dadis Camara viene nominato presidente.

A gennaio 2010 ci saranno le elezioni e la situazione è molto instabile.

qui:

http://cairoli.simplicissimus.it/2009/10/moussa-dadis-camara-brancaleone-a-conakry.html

ci sono un paio di video e di articoli interessanti

Questo sotto invece un video di france24 che intervista dadis, i berretti rossi – le sue guardie, quelle che hanno compiuto il massacro allo stadio 28 settembre proprio il 28 settembre 2009 – e la gente esasperata di conakry :

 

Posted in General | Tagged | Commenti disabilitati

Mama Africa

Mama Africa

è un festival inventato da un paio di invasati di musica
africana

che negli anni si è ingrandito fino a trovare una sponda
istituzionale nell’arci della lunigiana.

Nato principalmente per mettere in contatto ballerini e musicisti
africani che vivono in italia

con occidentali interessati alla loro
musica e alla loro cultura.

Sono il gruppo di artisti che mi hanno aperto le porte della guinea tanti anni fa

 

Zapping_MamaAfrica008:

http://www.youtube.com/watch?v=mbanara#p/u/8/QIOK3ZQ8mDk

 

-

 

 

Posted in autoproduzioni, documentari, documentaries | Tagged , | Commenti disabilitati

Trilogia di Masta Ken

Tre videoclip fatti in serie

Un petit cadeau

per il rasta vicino di casa a Conakry

 

Afrika:

Posted in autoproduzioni, music-videos, videoclip | Tagged , | Commenti disabilitati

trailer

un esperimento di cinema

il primo esperimento di cinema

un film autoprodotto

Sinossi:

 

Guinea, Africa occidentale.

Nel suggestivo
scenario degli Ensamble Traditionail de Guinèe (Balletti Nazionali),
fra vecchi maestri e giovani allievi, musicisti, ballerine e ballerini
prende forma la speranza di un popolo che vede nella riscoperta della
propria tradizione una possibile via di riscatto per migliorare il
proprio futuro.

L’arte vissuta quotidianamente come energia e
fatica ci mostra un’altra faccia dell’Africa, diversa da quella
sofferente e compassionevole, ci mostra l’intreccio fra tradizione e
modernità, una dimensione culturale profonda, fatta di legami
ancestrali che rimandano ad un’organizzazione sociale antica che prende
forma qui in un percorso di formazione.

Due bambini lasciano il
loro villaggio per seguire il proprio maestro. Lì impareranno l’arte
del djembe.Il maestro li accoglie presso di sè nella sua casa.
Cresceranno qui insieme alle sue tre mogli e agli altri figli.

Nel
nuovo villaggio i bambini incontrano Yakhouba, giovane artista della
capitale (Conakry). Partiranno con lui alla volta della città,
attraversando tutto il Paese.
A Conakry avranno l’occasione di
scoprire le profonde differenze tra la città e il piccolo villaggio cui
erano abituati. Conosceranno i Balletti moderni, l’espressione più alta
dell’arte tradizionale Guineana; il primo balletto privato per ordine
di formazione: ‘Les Merveilles de Guinèe’, fondato dal grande musicista e
coreografo Kemoko Sano e ora diretto da suo figlio Seiku Sano.

L’indagine
sulla vita dei personaggi, sul loro lavoro di artisti, racconta lo
sforzo e la sofferenza comuni, quella tensione emotiva a migliorarsi
per il proprio bene ma soprattutto per il bene dell’Africa, che
spingono i personaggi verso una condivisione spirituale oltre che
materiale.

 

 

 

Posted in autoproduzioni | Tagged , | 2 Comments